"Luxury and cultural destination..."
v
Book now

Senatore Luigi Montresor


Parente in linea diretta dell'attuale proprietario di Villa del Quar.

Luigi Montresor nasce a Bussolengo il 20 ottobre 1862. Frequenta con profitto, come alunno del Seminario di Verona, le scuole del Ginnasio e Liceo Vescovile. Terminato il corso liceale, passa a studiare lettere all’Università di Pisa e alla Scuola Superiore di Magistero, perfezionandosi poi in archeologia all’Università di Roma dove si dedica con entusiasmo alla cattedra di lettere italiane e storia nell’Istituto Massimo d’Azeglio insegnandovi per più di trent’anni.

Cattolico osservante, venne chiamato a rappresentare in Parlamento il collegio di Bardolino rimasto vacante alla morte dell’on. Miniscalchi avvenuta nello scorcio del 1906. Il 13 gennaio del 1907 pronunciava a Pastrengo il discorso per la candidatura a deputato avendo come avversari l’on. Todeschini, socialista, e il prof. Carlo De Stefani, radicale. L’intera nazione guardava allora a Verona e seguiva lo svolgimento della campagna elettorale. Bardolino e il prof. Montresor dovevano dare il sintomo di una situazione nuova nell’indirizzo politico: il carattere deciso e aperto di lotta del cattolicesimo contro tutti gli avversari militanti nei vari partiti di allora. Luigi Montresor iniziò così la sua lunga militanza politica che dopo due legislature al Parlamento, dal 1909 al 1919, lo portò al Senato dove sedette per più di venticinque anni.

Di lui si è ricordato lo stato Polacco:

L’undici novembre ricorre l’anniversario dell'indipendenza della Polonia; sarà ricordata, dalla radio di stato polacca la figura del senatore Luigi Montresor. Nel 1915 Montresor, all'epoca parlamentare (venne eletto senatore nel 1920), si fece promotore di una raccolta di firme in parlamento a favore di una risoluzione diplomatica per l'indipendenza della Polonia. In quell'anno tra l'altro, a Londra, Sonnino coadiuvato dall'ambasciatore Francavilla, sottoscrisse il patto segreto che legò l'Italia ad Inghilterra, Francia e Russia contro l'Austria. «In occasione dell'indipendenza la redazione della radio polacca ha deciso di dar risalto a episodi e personaggi significativi in questo contesto, ma non troppo noti al grande pubblico; in quest'ambito si vuole ricordare l'iniziativa parlamentare di Montresor del 1915, in favore dell'indipendenza polacca, fatto alquanto singolare in un epoca in cui la Russia (una delle tre potenze occupanti) era ancora un solido alleato nella campagna contro gli Imperi Centrali. Nel 1939, poco prima dello scoppio della guerra, questa iniziativa venne commemorata solennemente a Bologna alla presenza dell'ambasciatore di Polonia Wieniawa Dlugoszowski».

Accanto al senatore la sua nobile signora Contessa Paradisi-Vigoni. Apprezzato assertore della dignità e della libertà della scuola privata, fu presidente della Federazione Nazionale degli Istituti Scolastici, del consiglio d’amministrazione dell’Associazione Educatrice Italiana e preside della Scuola Magistrale Regina Victoriae di Roma, nonché presidente della Soc. Cattolica d’Assicurazione e della Banca Cattolica del Veneto.

Quando l’età avanzata non gli permise più un’attività intensa, si abbandonò alle sue passioni: musica, letture di poeti e dei classici. Provetto organista, si esibiva in casa per una ristretta cerchia d’amici, fra i quali poté annoverare, nel corso della sua vita lunga, operosa ma intrisa di modestia, Pio X e Margherita di Savoia.

Il senatore Montresor muore in Fontechiari (FR) il 22 settembre 1948 all’età di 86 anni.
 

Hotel Villa del Quar

*****
Via Quar, 12 - 37029 San Pietro in Cariano - Verona - Italy
Tel. +39 0456800681 - info@hotelvilladelquar.it
Room rates: € 200 - € 1.000
C.F P.I: 02286650235 luxury hotel